Perchè il sangue nello sperma - SANGUE NELLO SPERMA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Perchè il sangue nello sperma

Acquista on line a 15,50 Euro
Mirtiman cpr 500 mg  30 compresse
Mirtiman cpr 500 mg 30 compresse
Mirtillo americano ai piu' alti dosaggi .75 mg in proantocianidine.
Miglior rapporto qualità prezzo.
SPESE DI SPEDIZIONE A CARICO DELLA AZIENDA
15,50 € Aggiungi


Acquista MIRTIMAN on line
Prezzo in farmacia
Euro 17,60
On line
15,50

IL SANGUE NELLO SPERMA
E' normale nell'uomo , che nel corso della propria vita si manifesti un episodio di sangue nello sperma.
Non è normale che questi episodi si ripetano nel tempo.
L'emospermia In genere si manifesta in soggetti giovani con  una storia di più rapporti sessuali consecutivi; meno frequentemente negli  adulti. Raramente gli anziani.  Ciò significa che  l'emospermia è frequente nei giovani perchè son quelli che hanno più attività e più promiscuità sessuale. Nei giovani sotto i 40 anni chiaramente l'episodio spontaneo sarà sporadico. e non deve essere considerato in linea di massima preoccupante. Il paziente va rasserenato poichè un episodio nella vita viene riferito  da tutti  e perchè il  paziente sopravvaluta il disturbo creandosi dei concetti distorti e non veritieri di malattia.
Starà al medico far passare bene il messaggio che nel soggetto giovane il sangue nello sperma non è preoccupante.

Ci sono svariate cause di sangue nello sperma , e solo conoscendo l'intimo meccanismo del processo infiammatorio si può comprendere tale distrubo e quale terapia adottare.

CAUSE DELL'EMOSPERMIA

Quando la si nota ? Ovviamente dopo una eiaculazione . Ma perchè ?


1. Dopo la biopsia prostatica
. Il sangue dopo la biopsia prostatica si può ritrovare nello sperma anche dopo molte settimane.  
Perchè nella biopsia c'è sangue nello sperma ?. Perchè l'ago che attraversa a tutto spesso il retto e la prostata (biopsia transrettale) oppure  il perineo e la prostata (biopsia transperineale) lede la struttura dei vasi:

a. direttamente  causando un sanguinamento precoce ,
b. indirettamente poichè  tutti gli insulti traumatici producono  un processo infiammatorio che interessa i capillari
della prostata e delle vescichette seminali con  secondariamente  emospermia prolungata anche di mesi.


Il passaggio dell'ago rappresenta un insulto per il tessuto che risponde con un processo infiammatorio. Nella prostata oltre a tessuto ghiandolare c'è tessuto muscolare (liscio) , tutto  intorno alle ghiandole. la contrazione di questi muscoli , oltre che sostegno , serve ad espellere dopo spremitura il contenuto della prostata prodotto dalle ghiandole (che rappresena oltre il 85 % sel liquido spermatico prodotto. In questa contrazione ed in presenza di un processo infiammatorio posttraumatico si rompono i capillari perpetuando una emospermia per settimane. Da qui la necessita di intervenire terapeuticamente attraverso l'utilizzo del mirtillo ( da sempre capillaro protettore /riparatore) le cui proprietà non sono sovrapponibili a quelle degli antiinfiammatori classici . La loro funzione (dei considetti fans)  che sono in grado di  aumentare la fluidità del sangue  favorisce e non migliora l'emospermia.





2. Infezioni della prostata (prostatiti) , dell'uretra  (uretriti) , delle vescichette seminali
 (vescicoliti) aspecifiche ma anche  specifiche  (tubercolare, da cìtomegalovirus o da schistosomiasi )
3. Neoplasia maligna
(tumore della prostata).(evenienza rara)
4. Ipertensione arteriosa
5. Disturbi della coagulazione sanguigna
6. Aumento localizzato di pressione arteriosa/venosa  in un determinato distretto corporeo
Un aumento della pressione addominale ottenibile durante il premito rettale (Lo spingere per andare di intestino) può produrre una emospermia. Uno sforzo   eccessivo nel sollevare un peso può produrre emospermia. Rapporti sessuali ripetuti. L'abitufine di trattenere          l'eiaculato (coito interroto). Rapporti violenti. L'emospermia è pertanto un disturbo assimilabile alla epistassi (perdita di sangue dal naso) ottenibile dopo colpo di tosse,  starnuto od altro evento che  possa aumentare la pressione venosa /arteriosa in un determinato distretto corporeo.


FISOPATOLOGIA DELL'EMOSPERMIA.  



Nella fisiopatologia della emospermia  qualunque sia la causa nè corrisponde semPre un solito effetto : la ROTTURA DEL CAPILLARE.

 


Una volta che il sangue si è presentato occorre fare una prima distinzione sulla base del suo colore del sangue che potrà essere :
1. Rosso vivo
2. Marrone/ nero con aspetto a fondo di caffè.
3. Nero

Valutiamo  la prima ipotesi:

Sangue rosso vivo nello sperma.

Probabilmente il processo infiammatorio interessa i vasi dell'uretra , della prostata, delle vescichette seminali che per effetto di una infiammazione si sono indeboliti nella struttura di parete.  Durante la formazione della camera di espulsione dello  sperma , per effetto delle contrazioni della muscolatura liscia, alcuni  ematici capillari si rompono: il sangue fuoriesce da questi piccoli vasi e si mescola al liquido seminale macchiandolo di rosso .(L'entità di questo sanguinamento potrà andare  dalla presenza di striature rossastre fino ad eiaculazione  rappresentata tutta da sangue e tipica del periodo post biopsia prostatica.)
Chiaramente dopo l'eiaculazione alcuni di questi vasi capillari possono ancora sanguinare. Il sangue potrà riuscire sottoforma di gocce che sporcano gli slip nelle ore  successive (come avviene nella uretrite) oppure , se proviene dalla prostata o  dalle vescicole seminali avrà tutto il tempo per accumularsi e per subire quei processi ossidativi che ne trasformeranno il colore dal rosso al marrone al nero.
A titolo  indicativo si ricorda che tutte le perdite di sangue vecchio sono di colore nero.

Valutiamo la seconda ipotesi ;
Sangue marrone/nero nello sperma.

Alla successiva eiaculazione lo sperma sarà marrone o con striature nere di fondo  di caffe , perchè il sangue fuoriuscito dai capillari avrà soggiornato per ore o giorni nelle vescichette seminali o nei dotti eiaculatori.
Tali perdite però da rottura di vaso , si possono verificare per infiammazioni misconosciute, per  coito interrotto, ma anche per altre patologie.

Nero
Quando tra la eiaculazione che ha rotto i vasi della vescichetta seminale  e una successiva eiaculazione decorre parecchio tempo. Questo tempo dà la possibilità al sangue di subito tutti i processi ossidativi che gli consentono di diventare nero . Questa situazione è tipica di eiaculazione dopo settimane da una biopsia prostatica.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu